lunedì 19 dicembre 2016

L' ATTESA

Come quando da bambina aspetti il Papà che va in soffitta a prendere l'albero da decorare, che felicità quel giorno, insieme a metter lucine e tutte le palline comprate di anno in anno, ognuna con il proprio ricordo,
oggi per me è la stessa cosa, decorare l'albero è rimasto un rito a cui non sò e non voglio rinunciare, segna l'inizio di un periodo magico, io mi trasformo in una piccola elfa che sforna dolci e biscotti, la casa splende di luce tenue e calda, già dal primo mattino il mio albero di Natale si accende e mi tiene compagnia.




Io amo vivere il focolare domestico, non so rinunciare alle mie abitudini ai mieispazi, alle mie cose, infatti quando parto per un viaggio sono felice, ma lo sono anche molto di ritornare a casa, nella nostra casa.
Da qualche settimana fanno bella mostra le casette di legno create da mio marito il Natale scorso, mi pèiace immaginarlocome un piccolo paesino fiabesco.



Sfornare dolci, il mio passatempo preferito, biscottini  più friabili con fecola di patate e quelli in pastafrolla,
amo sgranocchiarli  e averne sempre in casa chiusi in un barattolo ermetico che ne conservi la friabilità.





Conservare quel briciolo di fanciulezza, mi piace, mi fa stare bene, amo ancora guardare i cartoni animati,
faccio colazione guardandoli, e amo i film di Natale, quelli con tanta neve e un Babbo Natale dal viso buono e dolce, credo in lui e mi faccio rapire da queste favole natalizie, mi voglio circondare di amore e momenti felici, scintillanti, del caloredelle persone che amo.

1 commento:

  1. Belle le tue foto ed i tuoi racconti di vita. Auguri. Ciao

    RispondiElimina

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VISUALIZZAZIONI